Certificazione regolamentata - DOP e IGP


Nell'ambito delle certificazioni di prodotto, il sistema delle denominazioni delle indicazioni geografiche ormai da anni sta assumendo sempre più il ruolo di tutela di cultura, tradizione e storia di un luogo, andando quindi ben oltre la funzione di tutela del singolo prodotto.

Il sistema delle indicazioni geografiche è rivolto alla tutela del singolo prodotto attraverso la protezione del suo nome contro imitazioni ed abusi, permettendo ai consumatori di riconoscere e sceglierne la qualità.

La sua funzione è anche quella di garantire la cultura, tradizione e storia di un luogo, ed infatti un prodotto tipico e tradizionale è un prodotto le cui metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura risultano consolidate nel tempo e legate a particolari zone geografiche. Le loro peculiarità ambientali, sociali e storiche, lo rendono unico nel suo genere, con differenze qualitative riconosciute a livello locale.

Attualmente sono regolamentati i seguenti tipi di marchi:

  • DOP (Denominazione d'Origine Protetta
  • IGP (Indicazione Geografica Protetta)
  • STG (Specialità Tradizionali Garantite)
  • Vini DOP (Denominazione d'Origine Protetta)
  • Vini IGP (Indicazione Geografica Protetta)


Nei prodotti identificati dalla sigla DOP  ed IGP, pur con sostanziali differenze, la qualità del prodotto finale è legata alla zona di produzione. Il Reg. UE 1151/2012 definisce la "Denominazione" il nome di una Regione, di un luogo determinato o di un paese, che individua un prodotto agricolo o alimentare, originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese, le cui qualità o le cui caratteristiche siano dovute essenzialmente o esclusivamente ad un particolare ambiente geografico, inclusi i fattori naturali ed umani, e la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengono nell'area geografica delimitata, e l'Indicazione Geografica: il nome di una Regione, di un luogo determinato o di un paese, che individua un prodotto agricolo o alimentare, originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese, del quale una determinata qualità, la reputazione o altre caratteristiche possono essere attribuite a tale origine geografica, e la cui produzione, e/o trasformazione e/o elaborazione avvengono nell'area geografica delimitata.

Nel prodotto a marchio IGP é sufficiente che un solo ingrediente provenga dall'area geografica determinata, e/o che una sola fase del processo avvenga in essa e non è richiesta necessariamente la produzione in loco, mentre per la DOP ha un'importanza fondamentale l'origine della materia prima.